Intervista a Paolo Fabbri – Apparato bibliografico – parti 5/6

  1. Una esposizione compiuta della tesi di Paolo Fabbri che vorrebbe la semiotica quale organon per le scienze, quelle cosiddette umane in primo luogo, si può leggere nel volume La svolta semiotica, la cui prima edizione edita da Laterza risale al 1998.

Sullo stesso argomento, per una primissimo e come si immaginerà non esaustivo approccio si più far riferimento (i) all’introduzione di Fabbri alla seconda edizione de La svolta [2001]; (ii) all’introduzione di Fabbri al volume Una notte con Saturno, raccolta di saggi di F. Bastide, a cura di Bruno Latour, edito da Meltemi nel 2001; (iii) all’intervista a Paolo Fabbri di Pablo Francescutti, pubblicata per la prima volta nel 2002 dalla rivista Otrocampo; e (iv) alle conclusioni di Fabbri al secondo volume di Semiotica in nuce, edito nel 2001 dall’editore Meltemi.

  1. Va ricordato che l’uso del termine organon per designare i compiti della semiotica occorre, seppur collocato in un quadro di interessi differente se non divergente rispetto alla riflessione di Paolo Fabbri, anche in Charles Morris [Foundations of the theory of signs, Chicago: Chicago University Press, 1938], nell’ambito delle ricerche della International Encyclopedia of Unified Science. Il riferimento di Fabbri è piuttosto Latour e la sua definizione di semiotica come organon: si veda a tal proposito, a titolo di esempio, l’intervista a Latour pubblicata nel numero 3 [2008] della rivista Etnografia e ricerca qualitativa.

  1. Per una prima introduzione alle ricerche del gruppo di Liegi, noto anche come Groupe µ, si può far riferimento al volume 38 n. 1 della rivista Protée, a cura di Badir e Dondero.

Le opere principali del Gruppo µ sono disponibili in traduzione italiana, tra queste vi è il volume Trattato del segno visivo, a cura di Tiziana Migliore, pubblicato nel 2007 dall’editore Bruno Mondadori, versione ridotta dell’opera Traité du signe visuel [1992].

  1. L’opera di Greimas citata è Sémantique structurale. Recherche de méthode, pubblicata per la prima volta in Francia nel 1966 dalla casa editrice Larousse. La prima traduzione italiana fu pubblicata nel 1968 dall’editore Rizzoli; una nuova traduzione, curata e introdotta da Paolo Fabbri, è stata pubblicata nel 2000 dalla casa editrice Meltemi.

  1. Per una riflessione sulle ricerche di Deleuze dedicate all’immagine cinematografica, si vedano due saggi in cui Fabbri discute il contributo per gli studi semiotici di alcune tesi deleuziane: Come Deleuze ci fa segno. Da Hjelmslev a Peirce [1998], e L’oscuro principe spinozista: Deleuze, Hjelmslev, Bacon [1998].

  1. Il saggio di James Elkins a cui Fabbri fa riferimento è, in traduzione italiana, Cosa può dire la teoria peirciana del segno alla storia dell’arte?

  2. Altro autore la cui lettura può risultare utile per una riflessione critica sulla relazione tra semiotica, filosofia del linguaggio e teoria dell’arte, è Nelson Goodman. Di Nelson Goodman, Fabbri ha di recente curato e introdotto due opere in traduzione italiana: (i) Arte in teoria arte in azione [et al. Edizioni, 2010]; (ii) Ripensamenti in filosofia, arti e scienze [et al. Edizioni, 2011].

  1. Le ricerche di Thom di maggiore interesse per gli studi semiotici si possono leggere, in traduzione italiana, nel volume a cura di Fabbri, Arte e morfologia, edito da Mimesis nel 2011. Per un primissima introduzione a tali ricerche si legga il saggio, già citato, di Thom dal titolo, in traduzione italiana, Le strutture cicliche in semiotica. Come già ricordato, Paolo Fabbri ha altresì curato e introdotto la raccolta di saggi di Thom dal titolo Morfologia del semiotico, edita nel 2006 da Meltemi, e scritto la nota introduttiva al volume Salienza e pregnanza, pubblicato di recente nei Documenti di Lavoro del CiSS di Urbino.

Questo articolo è stato pubblicato in Archivio video. Bookmark the link permanente. I commenti sono chiusi ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.
  • Simple Calendar

    Giugno 2019

    Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    30
  • News&Aggiornamenti

    • Inizio edizione 2018/2019

      L’edizione 2018/2019 del Seminario sui fondamenti avrà inizio giovedì 15 novembre 2018 in Santa Cristina (aula 6) con una introduzione del prof. Marsciani ai lavori …
  • Cerca nel Sito

  • Meta