Intervista a Paolo Fabbri – Apparato bibliografico – parte 1

  1. Il centro di ricerca di Urbino fu fondato nel 1967, con il nome di Centro internazionale di Semiotica e Linguistica, da Carlo Bo, Paolo Fabbri e Pino Paioni e successivamente diretto da A. J. Greimas e Pino Paioni.

Sul sito del Centro, che è oggi il Centro internazionale di Scienze Semiotiche, sono disponibili due relazioni sulle attività culturali e scientifiche promosse e ospitate dal Centro internazionale di Semiotica e di Linguistica dal 1967 al 1987, entrambe redatte da Christa Laubenstein. La prima delle due elenca i seminari e i convegni tenuti dal 1967 al 1977, la seconda quelli tenuti dal 1977 al 1987.

Il convegno citato da Paolo Fabbri durante la conversazione, dedicato ai “Metodi di analisi della narrazione”, si tenne dal 20 al 26 luglio 1967, sotto la direzione di Tzvetan Todorov. A quel convegno, Todorov dedicò un breve articolo apparso sul numero 11 della rivista Communications [1968].

  1. Al convegno di Urbino del 1967, citato al punto 1, Fabbri tenne una relazione dal titolo “Analisi strutturale di Pinocchio”. Fabbri, come da lui stesso ricordato durante la conversazione, tornerà a riflettere su Pinocchio molti anni dopo, alcuni esiti di tali riflessioni si possono leggere nel suo saggio “Il rizoma Pinocchio. Varianti, variazioni, varietà”, pubblicato nel 2012 nel volume Pinocchio. Nuove avventure tra segni e linguaggi [edizioni Mimesis], da lui curato assieme a Pezzini.
  1. Il numero della rivista Communications dedicato all’Analisi strutturale del racconto è il numero 8, pubblicato nel 1966. Curato da Roland Barthes, raccoglie saggi di Greimas, Bremond, Eco, Gritti, Violette Morin, Metz, Todorov, e Genette. Il numero è stato tradotto in italiano, pubblicato nel 1969 dall’editore Bompiani con il titolo L’analisi del racconto.
  1. Un riferimento ai corsi tenuti da Greimas all’Institut Henri Poincaré si può leggere nella trascrizione di un intervento tenuto dallo stesso Greimas a Cerisy-La-Salle nel 1983, pubblicato con il titolo di “Algirdas Julien Greimas mis à la question” nel volume Sémiotique en jeu. A partir et autour de l’oeuvre de A. J. Greimas [Hadès-Benjamin, 1987], a cura di Michel Arrivé e Jean-Claude Coquet. La versione italiana è stata pubblicata nel volume Miti e figure, a cura di Francesco Marsciani; il saggio a cui ci riferiamo, dal titolo “Greimas in discussione”, è disponibile online qui.
  1. Il volume dedicato da Fredric Jameson ad alcuni aspetti dell’opera di Sartre è: Sartre: the origins of style; New Haven: Yale University Press; 1961.

Il volume di Jameson citato da Fabbri durante la conversazione è: The prison-house of language: a critical account of structuralism and russian formalism; Princeton: Priceton University Press; 1972; trad. it. di G. Franci, La prigione del linguaggio: interpretazione critica dello strutturalismo e del formalismo russo; Bologna: cappelli; 1982.

Questo articolo è stato pubblicato in News&Materiali. Bookmark the link permanente. I commenti sono chiusi ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.