Intervista a Paolo Fabbri – Apparato bibliografico – parte 2

  1. Al fine di approfondire le riflessioni di Paolo Fabbri sul metodo di analisi di Claude Lévi-Strauss, a mero titolo di esempio tenuto conto della vastissima produzione teorica di Lévi-Strauss, si può far riferimento al celebre capitolo 11, dal titolo “La structure des mythes”, del volume Anthropologie structurale(1958), e al saggio dal titolo, in traduzione italiana, “La deduzione della gru”, raccolto nel volume Etnosemiotica a cura di Maurizio Del Ninno.

Per ciò che concerne la riflessione di Greimas sulla mitologia e sull’analisi del mito, si vedano per una prima approssimazione i saggi: “La description de la signification et la mythologie comparée” [L’Homme, volume 3, numero 3, 1963], “Éléments pour une théorie de l’interprétation du récit mythique” [Communications, volume 8, numero 8, 1966], e, in traduzione italiana, “Degli dei e degli uomini” nel volume Etnosemiotica a cura di Maurizio Del Ninno.

  1. Per una prima introduzione all’opera di Karl Bühler si può far riferimento al dossier numero 2 della rivista Histoire Épistémologie Langage.

Nel volume Ricerche semiotiche I [Esculapio, 2012] di Francesco Marsciani vi è un tentativo di evidenziare l’importanza di alcuni aspetti dell’opera di Bühler per una teoria della significazione.

  1. Il volume di Bremond a cui Paolo Fabbri fa riferimento è: Logique du récit; Paris: Édition du Seuil, 1973; trad. it. di R. Gramatica, Logica del racconto; Milano: Bompiani, 1977.
  1. Il volume di Goldmann a cui si fa riferimento durante la conversazione è: Pour une sociologie du roman; Paris: Gallimard, 1964; trad. it. Per una sociologia del romanzo; Milano: Bompiani, 1967.

Di Goldmann si può leggere anche il volume, a cura di Paolo Fabbri, dal titolo Le due avanguardie, pubblicato nel 1966 dall’editore Argalìa.

  1. Per una prima approssimazione alla figura e al pensiero di Pino Paioni, storico segretario del Centro internazionale di Semiotica e Linguistica, si legga il breve articolo “Ricordo di Pino Paioni: la fondazione del Centro di Semiotica e Linguistica” di Paolo Fabbri. Altresì importante è l’intervista a Pino Paioni, a cura di Giampaolo Proni e Federico Montanari, pubblicata dalla rivista Ocula.
  1. Il volume che Maurice Godelier ha dedicato all’opera di Lévi-Strauss è: Lévi-Strauss; Paris: Éditions du Seuil, 2013.

 

Questo articolo è stato pubblicato in Archivio video. Bookmark the link permanente. I commenti sono chiusi ma puoi lasciare un trackback: Trackback URL.
  • Le date

    Maggio 2020

    Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1
    2
    3
    4
    5
    6
    7
    8
    • Seminario XI - Intervento di Nicolò Villani su "Tra analisi e critica dell'audiovisivo: gli strumenti e le applicazioni"
    9
    10
    11
    12
    13
    14
    15
    • Seminario XII - Intervento di Michele Dentico su "Tifare il Taranto"
    16
    17
    18
    19
    20
    21
    22
    • Seminario XIII - Intervento di Tommaso Aveta su "Il punto di vista del nemico. Introduzione a Metafisiche cannibali"
    23
    24
    25
    26
    27
    28
    29
    • Seminario XIV - Intervento di Giuditta Bassano su "Il corpo e la scrittura"
    30
    31
  • News&Aggiornamenti

    • Si ricomincia!

      Venerdì 13 marzo riprendono in modalità online i lavori del Seminario dopo due settimane di pausa a causa dell’epidemia. Maria Cristina Addis verrà a tenere …
    • Inizio edizione 2019/2020

      Il Seminario 2019/2020 comincerà venerdì 7 febbraio alle 13.00 in Santa Cristina. A differenza delle edizioni passate, quest’anno, per ragioni logistiche interne al Dipartimento, il …
  • Cerca nel Sito

  • Meta